M O R B I D E L L I

Museo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

storia

E-mail Stampa
altGiancarlo Morbidelli nasce a Pesaro nel 1934, primogenito di una semplice famiglia con quattro figli. Frequenta le scuole tecniche e al termine degli studi inizia a lavorare in una fabbrica meccanica.
Assolti gli obblighi di leva, con pochi mezzi, ma con grande ingegno e passione, Morbidelli apre in proprio una piccola fabbrica di macchine speciali per la lavorazione del legno
Dotato di un forte intuito e di capacita' industriali e tecniche, riesce a rendere la sua azienda tra le piu' note del mondo; la sua impresa arriva ad impiegare 300 dipendenti.
La sua piu' grande passione, pero', e' la motocicletta, un amore che nutre gia' da adolescente, e che non dimentica neanche quando si dedica, con grande determinazione, al suo lavoro imprenditoriale.
Come veicolo pubblicitario per la sua ditta, verso la fine degli anni  60 inizia a costruire moto da competizione che, grazie alle loro qualita' tecniche e alle caratteristiche innovative, nel corso degli anni '70 trionfano su tutte le piste del mondo collezionando 4 titoli mondiali tra il 1975 e il 1977 e creandosi un'ottima stima nel settore motociclistico.
Intanto, alla fine degli anni 70 il figlio Gianni inizia l'attivita' di pilota automobilistico partendo dai Go-kart fino alla Formula Uno; Morbidelli lo segue e tuttora non manca a sostenerlo nelle varie piste, dove partecipa alle gare.
Soddisfatto di quanto creato, nei primi anni 90 cede la sua fiorente industria per potersi dedicare interamente ai suoi progetti.
Costruisce una piccola serie di moto 850cc a otto cilindri a "V" che non ha eguali nel panorama motociclistico mondiale.
Date le sue caratteristiche, viene richiesta ed esposta ai musei del Guggeinheim di New York, Bilbao e Las Vegas.
Nel 1999 Morbidelli ha ultimato un Museo con una copertura di circa 3.000 mq ed un'esposizione di circa 350 motociclette, costruite a partire dal primo decennio fino agli anni ’80-’90 del secolo scorso; questa opera è il frutto di 25 anni di impegno e di ricerca svolta in collaborazione con i collezionisti e gli esperti del settore di tutto il mondo.
Il Museo si trova a Pesaro, dove è possibile ammirare la splendida collezione che vuole ricordare a tutti i fasti di un passato glorioso e pieno di fascino.

Walter Magrini


... Lasciate pure a' figli vostri, Signor mio, quante piu' ampie facolta' vi vogliate, o da voi acquistate per industria, o donatovi dalla fortuna: che nessun podere, nessun palagio, nessun tesoro lascerete voi loro giammai, il quale pareggi la valuta e l'eccelenza delle vostre antichita' . Questi non sono beni materiali, che con semplice fatica si acquistano; non e' gemma che per prezzo si ottenga; queste sono ricchezze virtuose, che agli idioti non toccano, ma solamente col giudicio, con l'ingegno, con infinita scienza in molto spazio di tempo si raccolgono ...

Lettera di Aldo Manunzio a Andrea Loredano
Roma 1522
 

Italian (Italy)English (United Kingdom)
 83 visitatori online
mod_vvisit_counteroggi977
mod_vvisit_counterieri5236
mod_vvisit_counterquesta settimana27994
mod_vvisit_counterquesto mese100000
mod_vvisit_countertutti3367674
ti piace il nuovo sito